L’Arte e il Movimento nella pittura di Marcello Ciabatti

L’Arte e il Movimento nella pittura di Marcello Ciabatti

Oggi nella nostra rubrica abbiamo un’artista contemporaneo, Marcello Ciabatti, nato a Mentana, Prov. di Roma. La sua matrice pittorica la potremmo definire neofuturista; ha esposto in Russia, Parigi, San Francisco, New York e naturalmente in tante città italiane, alcuni dei suoi lavori sono presso collezioni internazionali o in gallerie. Il linguaggio pittorico di Marcello lo si ritrova nei paesaggi, oppure nelle sue marine, vitalissime e dai colori brillanti, sino a temi di forte impatto sociale che toccano il dolore dell’Uomo e la sua disperata avventura alla ricerca di una vita migliore.

Insieme a lui abbiamo voluto creare oggetti di grande cromatismo ed effetto, donando nuove forme alle sue opere, e ci siamo divertiti moltissimo a creare con lui alcuni oggetti di design.

(…) Sul piano stilistico l’artista scandisce i piani in schegge, sfaccettature, che fanno della materia pittorica un magma che penetra la realtà, spezzando e scomponendo, con un metodo che può essere avvicinato, anche, alla declinazione cubista. Dai Futuristi l’artista desume il “complementarismo congenito”, ovvero quella loro competenza specifica di contrapporre in sintonia i colori complementari, in un modo che sembra essere così connaturato ad essi, da essere definito, perciò, come congenito, ovvero innato, cioè non studiato, ma piuttosto istintivo. E’ questa la radice dell’armonia di forme e colori che sembra “combinarsi”, in modo così naturale in Ciabatti, e che viene percepita in modo così immediato e semplice per chi guarda. In tal senso un’osmosi tra esteriorità ed interiorità, tra vedere e sentire, tra percepire e “avvertire” immediatamente, coinvolgono il riguardante in modo inesorabile, irresistibile. 

Questo senso di armonia di un tutto, che rende chi guarda partecipe come corresponsabile, microcosmo in un macrocosmo panteistico e primordiale, è evidente specialmente nei paesaggi, fatti di colline, di elementi acquorei- preferibilmente mare e laghi-, con vele, ma anche di alberi: fattori del legame dell’artista con la propria terra, l’Umbria e il lago Trasimeno” Cit. Critica di Lucrezia Rubini

L’arte di Marcello Ciabatti

Con Marcello abbiamo realizzato i Pannelli Art’Mural 

L’Arte ha il dono di creare atmosfere, dove lo spettatore riesce a estraniarsi dal suo quotidiano, donare questa capacità a un oggetto è la nostra mission. La sperimentazione che abbiamo iniziato un anno fa, si prefigge la finalità di fondere l’opera con un prezioso oggetto artigianale, per poter dare vita e una nuova veste al manufatto made in Italy. La vera sfida per il mercato del design è creare oggetti che abbiano un’anima che possa dialogare col mondo e il bisogno delle persone. 

Con Marcello abbiamo realizzato una serie di pannellature dal nome di Art’Mural: sono dei pannelli di dimensioni varie, nel caso dell’opera “Brooklin Bridge” rappresentata nel pannello la dimensione è 160×270. Questo oggetto ricrea quasi l’effetto del murales artigianale in casa, e con la collocazione del pannello l’ambiente ha acquisito un’atmosfera più efficace a livello energetico, e trasmette positività e freschezza. 

Donare nuovo spazio all’arte nella quotidianità, questa è la nostra finalità, aprire un nuovo dialogo tra oggetto e persona. 

Condividi questo post

Comments (2)

  • Marcello Ciabatti rispondere

    Ringrazio Arte Design per questa nuova e preziosa avventura. Tornare alle origini meneghine (ho avuto diversi studi a Milano per tanti anni) mi riempie di orgoglio e sono felice di essere entrato a far parte del gruppo di artisti che collaborano con una così grande azienda.: design e innovazione rendono l’opera pittorica moderna e fruibile, perché il connubio che ne nasce diventa di ampio respiro. Immagino già uno di questi murales installato alla parete di una casa attuale, ma legata alla natura, al cielo, al mare, alla vita. Il nostro (vostro) è stato un lavoro impeccabile, dalla sperimentazione nasce il futuro! Grazie.
    P.S.: solo un piccolissimo appunto… a Mentana ci vivo soltanto, in realtà sono perugino purosangue. 😀

    06/17/2020 a 5:56 pm
  • grey adames rispondere

    Ciao Marcello Ciabatti.
    E’ stato un grande piacere per me invitarti a questo meraviglioso progetto. La tua pittura è un inno
    alla gioia e la speranza; adesso abbiamo appurato che tra le sue moltiplici veste ha anche la decorazione.
    Un caro saluto. Grey Est – direttrice artistica di ArteDesign.

    06/19/2020 a 3:00 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *