Giovanna Capraro per “L’arte che tutto può”

Giovanna Capraro per “L’arte che tutto può”

“L’approccio artistico di Giovanna Capraro rivendica la costruzione della propria soggettività femminile all’interno di una società globalizzata. Una ricerca artistica attraversata dunque dal tema dall’identità di genere. L’artista presenta il corpo e l’universo femminile attraverso una vasta produzione di opere pittoriche che mettendo in scena i luoghi dove possiamo ancora trovare le pulsioni provenienti dal corpo e i misteri del desiderio femminile, imperscrutabili, legati anche a una certa pulsione della morte.

Dalle sue figure femminili trapela una solennità idealizzata, dove il concetto di bellezza combacia con quello di luce, e dove i corpi caratterizzati da forme sensuali tendono o aspirano alla perfezione. L’eleganza dell’animo contraddistingue ogni singola figura e si abbina in maniera simbolica con il vivace cromatismo, coinvolgendo lo spettatore in un profondo senso di pace e di serenità. Quello di Giovanna Capraro è un dialogo incessante tra esteriorità e intimità che l’urgenza di un sentimento dell’intimo, come anche la storia di uno spazio dai flebili confini che ha difficoltà a definirsi”. Fonte Veronica Nicoli- Art curator.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *