Cos’è l’Arte contemporanea?

Cos’è l’Arte contemporanea?

L’arte contemporanea, è essa stessa l’arte del nostro tempo, si produce e si manifesta nel presente, rispondendo alla coscienza culturale del momento, alla sua società, ai bisogni comuni, allo spirito del tempo.

L’arte è inerente all’umano, alla sua cultura ed evoluzione. Non c’è stata un’epoca priva di manifestazioni artistiche, attraverso le quali possiamo leggere e indagare i dettagli della storia.

Fonte: Pexels

Il teorico dell’arte Jacob Burckhardt ha inteso l’arte e altre produzioni umane come un collegamento nella storia della cultura. Ritiene che l’arte di ogni periodo sia l’espressione più completa dello spirito in cui è prodotta, non estranea alla religione, allo stato o agli interessi del capitale. 

Tutto influenza le sue manifestazioni, essendo così corresponsabile dello sviluppo della storia stessa. Da questa prospettiva, l’arte contemporanea e le sue diverse espressioni sono un vero riflesso di ciò che vive la società odierna.

Il panorama mostra una grande diversità e include un insieme molto eterogeneo di pratiche artistiche, nonché approcci diversi quando si tratta di limitare il periodo che copre. Comprendere l’arte contemporanea significa comprendere i conflitti, le realtà e le società. 

Conoscere l’arte porta inevitabilmente a comprendere l’essere umano.

Arte contemporanea, tecnicamente spiegato, nomina generalmente espressioni artistiche originarie del XX secolo, in coincidenza con la rottura con i modelli tradizionali e un nuovo carattere critico e sperimentale. 

Ne sono un esempio i movimenti artistici contemporanei come il fauvismo, l’espressionismo, il cubismo, il futurismo, il neoplasticismo, il dadaismo e il surrealismo.

Ismi che all’inizio del XX secolo hanno trasformato l’idea di arte, bellezza ed estetica. Erano rivoluzionari nel modo di dipingere, esporre e descrivere la realtà.

Tra i più importanti rappresentanti dell’arte contemporanea possiamo trovare diverse figure ed espressioni come quelle di Ai Weiwei, Jeff Koons, Yayoi Kusama, Damien Hirst, Theaster Gates e anche Dalí, Picasso, Van Gogh, Marcel Duchamp, Andy Warhol …

Fonte: Pexels

Il termine ha quindi un significato che va oltre la temporalità, ed è saldamente legato a concetti e contesti assimilati, realizzati dagli artisti e dall’ambiente in cui sono immersi. Le opere d’arte contemporanea mostrano una rottura nell’unità artistica, che nasce come reazione alla situazione e al contesto storico sociale in cui si trova l’artista.

Per creare vengono utilizzati nuovi materiali, tecniche e metodi tecnologici e industriali. La fusione di correnti artistiche, la ricerca dell’originalità, il valore della sperimentazione e dei processi e la creazione di nuovi discorsi all’interno dell’arte concettuale, sono caratteristiche che vediamo presenti nella stragrande maggioranza delle opere d’arte contemporanea.

Vi lascio un link delle opere dei nostri artisti sul nostro sito www.artedesign.shop, dove le loro creazioni diventano oggetti d’arredo e soluzioni per una decorazione unica e originale. Buona visione! 

Articolo tradotto, fonte “Arte a un click”

Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettervisi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa.(Arthur Schopenhauer)

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *