Aldo Claudio Medorini

Aldo Claudio Medorini

Biografia

Medorini nasce a Lipari (Isole Eolie) ed esordisce a soli 19 anni, nel 1974 con una mostra personale presso il Palazzo dei Priori di Perugia. Nel 2012 con linguaggio personale che lo rappresenterà in maniera univoca e originale, Medorini dà vita al movimento pittorico denominato “Nautismo”, basato su elementi “Nauti” semi di ratio che navigano su una materia cromatica ricca di emotività. Cosmos. ...

Nel 2014 la Provincia di Perugia consente a Medorini la mostra antologica “Perugia 1974 – 2014” nella Loggia di Ponente del Palazzo della Provincia, ulteriore occasione per relazionare al pubblico, ai giornalisti e ai critici intervenuti il nuovo movimento artistico 2015 alla mostra L’Arte e Il Tempo, official event di EXPO IN CITTA’ ed ancora sempre a Milano in EXPO 2015 in mostra nel padiglione “Cacao e Cioccolato” (cibo degli dei), quindi a Palazzo Zenobio una delle sedi della Biennale di Venezia.

Dal 2016 al 2019 mostre personali in sedi museali quali Palazzo Trinci, museo di Foligno, Palazzo Visconti a Brignano Gera D’Adda, Chiesa musealizzata S. Maria dei Laici a Gubbio, Museo San Francesco a Montefalco, Auditorium San Domenico per Narnia Festival, Museo Risorgimentale Villa Mirra a Craviana MN, Ca' dei Carraresi a Treviso... Tra i molti riferimenti bibliografici si citano i più importanti: Catalogo Arte Moderna “CAM”, “Le scelte di Puntelli”, “L’Arte in Cucina”. Tutti sempre con editoriale e pubblicazione Giorgio Mondadori.

Medorini espone in permanenza in prestigiose gallerie in Italia, in Cina e negli Stati Uniti.


Segui l'artista

..quel marmor alabastrum dei Latini dove a dominare è il contrasto tra la purezza del bianco e la ricchezza delle venature ‘terrose’.

Così il Nostro sceglie di realizzare queste ‘lampade d’artista’, create con un materiale pregiato e naturale,..

…i Nauti si trovano a solcare la durezza della pietra o la morbidezza del cuore, quasi etereo, dove le naturali venature della storia hanno tracciato un percorso tutto da scoprire.

Ma ecco che la luce si accende, il cuore prende vita e il freddo onice si scalda dall’interno, regalando uno spettacolo cromatico senza eguali: i nauti osservano, indagano e percorrono il tempo, collegando quegli antichi segni lasciati nelle grotte di Lascaux 40mila anni fa con i segni del nostro contemporaneo. Dalla terra al cosmo il mondo è racchiuso nella sua globalità, segnando quasi quella ciclicità che porta il tempo ad appiattirsi e a incontrarsi ieri, oggi e domani.

Aldo Claudio Medorini non si accontenta; continua a indagare le pietre naturali con i suoi nauti. E’ la volontà di tessere la propria vita e il proprio destino che porta Medorini verso la ‘patria perduta’, verso quella terra che lo porterà finalmente a ultimare il suo peregrinare per il mondo, conscio di aver raggiunto la sua patria avendolo indagato appieno dalla Terra al Cosmo.

Prof. Marco Grilli

Prof. Marco GrilliCritico d'arte

Opere su ArteDesign

Le tre lune

Aldo Claudio Medorini

Vulcano

Aldo Claudio Medorini

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: