L'arte che tutto può

Domenico Durante per “L’arte che tutto può”

Nasce a Teramo il 24/08/1995. Artista italiano emergente. Dopo un suo importante viaggio decide di immergersi a pieno nel mondo dell’arte. Le sue opere sono caratterizzate da colori e sfumature che rimandano al tipico pensiero dell’espressionismo astratto, attraverso le quali si riesce ad ottenere una visione del suo animo curioso e controverso che vanno a rappresentare la sua visione del mondo. Mattino • Tecnica: acrilico su tela • Anno: 2020 • Dimensioni: 50x50cm • Prodotto: Art’Penelope

Leggi di più...

Mind_Less per “L’arte che tutto può”

Ci racconta l’artista “Il progetto Mind Less nasce nel 2017, inizialmente con un approccio allo Zentangle e al monocromatismo per poi sfociare nel mondo della Doodle-art, Street-art e Neo-pop. Disegno su ogni tipo di materiale utilizzando pennarelli indelebili, squeezer acrilici e UniPosca. Creando centinaia di doodles differenti ho inventato un vero e proprio linguaggio ideografico che mi permette di scrivere disegnando. Ogni mia opera racconta una storia legata ad una mia idea o al mondo che mi circonda”.  Kiwi -Insiemi...

Leggi di più...

Muac? per “L’arte che tutto può”

Il progetto “MUAC?” nasce con l’intento di trasmettere una visione differente delle forme, delle ombre e dei colori che ci circondano, liberandoci dall’opprimente vincolo della realtà. La fotografia funge da collegamento, da ponte, da portale verso una dimensione astratta e dinamica, plasmata dall’immaginazione di chi decide di osservarla. Felidae Hoax • Tecnica: Fotografia • Anno: 2020 • Dimensioni: 70x100cm • Prodotto: Art’Light

Leggi di più...

Elia Camilla Mariani per “L’arte che tutto può”

“Nasce e vive a Milano. Ha da sempre avuto una particolare attenzione e affinità interiore per le forme armoniche riscontrate in arte come in natura i cui riflessi accendono la sua anima. Questo l’ha portata a coltivare la passione per la fotografia e, unitamente a questa, per la pittura che sin da bambina apprezzava perdendosi con colori, matite e pennelli. “In natura la luce crea il colore, nella pittura il colore crea la luce.” – Cit. Hans Hofmann “Naturalmente...

Leggi di più...

Federica Nobili per “L’arte che tutto può”

Federica Nobili è nata a Bologna. La sua passione per il disegno e la pittura nasce nell’infanzia, in modo spontaneo, come naturale espressione di sé. Di base autodidatta, all’età di quindici anni frequenta per un paio d’anni un corso per approfondire la pittura ad olio, scoprendo fin da subito di prediligere, per questo tipo di tecnica, la pittura di paesaggi. Attratta dai colori caldi e dalle tonalità decise, ama riprodurre su tela le sensazioni trasmesse dalla natura. Nelle sue...

Leggi di più...

Giovanna Capraro per “L’arte che tutto può”

“L’approccio artistico di Giovanna Capraro rivendica la costruzione della propria soggettività femminile all’interno di una società globalizzata. Una ricerca artistica attraversata dunque dal tema dall’identità di genere. L’artista presenta il corpo e l’universo femminile attraverso una vasta produzione di opere pittoriche che mettendo in scena i luoghi dove possiamo ancora trovare le pulsioni provenienti dal corpo e i misteri del desiderio femminile, imperscrutabili, legati anche a una certa pulsione della morte. Dalle sue figure femminili trapela una solennità idealizzata, dove...

Leggi di più...

Enzo Monterosso per “L’arte che tutto può”

“Appassionato d’arte fin dalla giovane età, autodidatta, amo la natura che ci parla con i suoi colori, amo i colori del nostro pianeta che visto dall‘alto con i suoi fiumi ed i mari dalle mille tonalità di blu sembrano opere create da un meraviglioso artista”. Ha effettuato diverse mostre collettive nei più prestigiosi Palazzi, Castelli o Gallerie: Rho, Pero, Legnano, Milano, Venezia, Lodi, Piacenza, Fighille, Bologna, Padova, Pordenone, Matera e una esperienza espositiva a Parigi. È stato Intervistato su Sky...

Leggi di più...

Fabio Boccalon per “L’arte che tutto può”

Avvicinatosi all’arte sin dalla tenera età, lo stile di Fabio Boccalon è prettamente figurativo. Vive ed opera a Milano, per la sua continua ricerca è stato definito dalla critica un artista ‚eclettico‘, capace di spaziare dal ritratto classico alla tela a tratti informale, dipinta con varie tecniche: dalla grafite al pastello, dall’olio all’acrilico, utilizzando pennelli, spatole e persino le dita. Adora la musica, ed adora ritrarre i musicisti per coglierne le espressioni mentre sono intenti a suonare. Altri dei suoi...

Leggi di più...

Stefania Cecchetti per “L’arte che tutto può”

È nata a Roma, dove attualmente vive ed opera. Da sempre interessata all’arte frequenta e consegue il Diploma presso il II Liceo Artistico di Roma. Prosegue i suoi studi all’Università di Roma La Sapienza nella facoltà di Storia dell’Arte. Dall’89 al ‘91 frequenta alcuni stages di pittura in Germania diretti dalla pittrice Renate Cristin. Dal ‘94 al ‘96 frequenta stages diretti dal pittore Normanno Locci. Dal ‘98 inizia il suo importante percorso espositivo durante il quale Stefania Cecchetti allestisce...

Leggi di più...

Fabrizio Romani per “L’arte che tutto può”

Nasce a Cairo Montenotte (SV) il 01-06-1970. Titolare di una tabaccheria si è avvicinato al mondo dell‘arte dopo essere rimasto emotivamente coinvolto dalle Opere del Maestro Alfonso Fratteggiani Bianchi; non avendo avuto un‘educazione artistica, ha cercato di ovviare a tale carenza con le sue attitudini meccaniche, la grande passione per la Fisica e la Cosmologia. Immaginando tali prospetti come fonte di ispirazione, ha creato 2 linee di pensiero artistico. Con la prima linea, da lui stesso definita „Meccano/siderurgica”, rende...

Leggi di più...