Tag - Art'Mural

Alessandro Rinaldone per “L’arte che tutto può”

Nasce a Rovigo nel marzo 1974. Frequenta all’età di 25 anni il corso di diploma serale all’Istituto d’Arte I.S.A. di Castelmassa. Conseguito il diploma dopo 5 anni trova lavoro come grafico in una società archeologica dove rimane stabilmente per 8 anni, nel frattempo si diletta dipingendo figurini storici e miniature di vario genere. Sopraggiunta una malattia invalidante che causa una perdita di mobilità della mano destra (la mano dominante) abbandona il lavoro ed ogni attività per dedicarsi interamente alle...

Leggi di più...

Marisa Metz per “L’arte che tutto può”

…“Come ho scritto altrove, le mie radici, come persona, si rifanno a una mamma Siciliana (sono nata a Palermo) e a un papà Lombardo (ho vissuto molti anni a Pavia – ora sono a Milano). Ho sempre amato il fatto di condividere diverse culture, inserite in contesti sempre più estesi: Italia, Europa, Mondo. Non conosco ancora bene l’Universo ma, con un disegno, ho già intrapreso “Comunicazioni Interplanetarie”. Le mie radici d’artista si rifanno agli anni dell’adolescenza, quando passavo il mio...

Leggi di più...

Gabriela Aleksandra Szuba per “L’arte che tutto può”

Nasce in Polonia nel 1974. Si laurea in economia e commercio nel 1998 e all’inizio del 2000 si trasferisce in Italia dove tutt’ora risiede. Autodidatta che, dopo aver iniziato con la pittura figurativa, scopre, come talvolta accade quasi per errore, la sua vocazione per l’astratto. “Condividere i miei doni; abbracciando l‘intuizione e la saggezza; gioia, creatività, entusiasmo, energia danzante… è questo che alimenta la mia passione per dipingere. Quando vivo quei momenti, non c‘è nulla che ostacola i miei...

Leggi di più...

Giovanna Capraro per “L’arte che tutto può”

“L’approccio artistico di Giovanna Capraro rivendica la costruzione della propria soggettività femminile all’interno di una società globalizzata. Una ricerca artistica attraversata dunque dal tema dall’identità di genere. L’artista presenta il corpo e l’universo femminile attraverso una vasta produzione di opere pittoriche che mettendo in scena i luoghi dove possiamo ancora trovare le pulsioni provenienti dal corpo e i misteri del desiderio femminile, imperscrutabili, legati anche a una certa pulsione della morte. Dalle sue figure femminili trapela una solennità idealizzata, dove...

Leggi di più...

Enzo Monterosso per “L’arte che tutto può”

“Appassionato d’arte fin dalla giovane età, autodidatta, amo la natura che ci parla con i suoi colori, amo i colori del nostro pianeta che visto dall‘alto con i suoi fiumi ed i mari dalle mille tonalità di blu sembrano opere create da un meraviglioso artista”. Ha effettuato diverse mostre collettive nei più prestigiosi Palazzi, Castelli o Gallerie: Rho, Pero, Legnano, Milano, Venezia, Lodi, Piacenza, Fighille, Bologna, Padova, Pordenone, Matera e una esperienza espositiva a Parigi. È stato Intervistato su Sky...

Leggi di più...