Tag - Art'Zizù

Marisa Metz per “L’arte che tutto può”

…“Come ho scritto altrove, le mie radici, come persona, si rifanno a una mamma Siciliana (sono nata a Palermo) e a un papà Lombardo (ho vissuto molti anni a Pavia – ora sono a Milano). Ho sempre amato il fatto di condividere diverse culture, inserite in contesti sempre più estesi: Italia, Europa, Mondo. Non conosco ancora bene l’Universo ma, con un disegno, ho già intrapreso “Comunicazioni Interplanetarie”. Le mie radici d’artista si rifanno agli anni dell’adolescenza, quando passavo il mio...

Leggi di più...

Enrico Tubertini per “L’arte che tutto può”

Enrico Tubertini è un “rabdomante di forme” del ‚69 di origini bolognesi! Ha lavorato nei videoclip fino a firmare alcune regie, ha frequentato il Dams entrando in contatto con quella Bologna indipendente da sempre fucina di nuove forme di linguaggio. Così, nel 1994, entra a far parte del Link, gruppo Opificio Ciclope, dove realizza alcune sperimentazioni in super8. Dopo due anni si trasferisce a Roma dove ricomincia tutto da capo, arrivando a lavorare nel cinema ed in televisione curando...

Leggi di più...

Irina Onopenko per “L’arte che tutto può”

Nata a Kiev Ucraina, 9 luglio 1978. Background educativo: 1990 1995 ha frequentato l’Accademia statale di Kiev 2015 ha istituito la Galleria d’arte 2015 Vincitrice del concorso tutto ucraino nella nomination Donna del terzo millennio per la promozione dell’integrazione culturale dei giovani!  2016 Mostre “Art Spring” nel Consiglio Supremo dell’Ucraina.  2017 1918 ha frequentato la Kiev Contemporary Art School presso l’Istituto di arte contemporanea 2018 Mostra d’arte ucraina a Kiev presso l’Istituto di arte contemporanea. Da settembre 2019 studia...

Leggi di più...

Lana Kaufman per “L’arte che tutto può”

Pittrice, critica d‘arte.  Nata nel 1982 in Uzbekistan, da bambina ha frequentato la scuola d‘arte a Karshi. Fin dalla prima infanzia, si è trasferita con i suoi genitori in diversi paesi, ha studiato lingue, città e luoghi diversi dagli altri popoli.  Più tardi, Lana ha imparato a conoscere il termine «Luoghi di potere», e ancora oggi questo argomento è il suo di grande interesse. Con il trasferimento in Ucraina nel 1993, Lana iniziò a esplorare i luoghi del potere...

Leggi di più...

Mind_Less per “L’arte che tutto può”

Ci racconta l’artista “Il progetto Mind Less nasce nel 2017, inizialmente con un approccio allo Zentangle e al monocromatismo per poi sfociare nel mondo della Doodle-art, Street-art e Neo-pop. Disegno su ogni tipo di materiale utilizzando pennarelli indelebili, squeezer acrilici e UniPosca. Creando centinaia di doodles differenti ho inventato un vero e proprio linguaggio ideografico che mi permette di scrivere disegnando. Ogni mia opera racconta una storia legata ad una mia idea o al mondo che mi circonda”.  Kiwi -Insiemi...

Leggi di più...

Federica Nobili per “L’arte che tutto può”

Federica Nobili è nata a Bologna. La sua passione per il disegno e la pittura nasce nell’infanzia, in modo spontaneo, come naturale espressione di sé. Di base autodidatta, all’età di quindici anni frequenta per un paio d’anni un corso per approfondire la pittura ad olio, scoprendo fin da subito di prediligere, per questo tipo di tecnica, la pittura di paesaggi. Attratta dai colori caldi e dalle tonalità decise, ama riprodurre su tela le sensazioni trasmesse dalla natura. Nelle sue...

Leggi di più...